Concessione contributi a sostegno di iniziative di terzi (servizio istituti culturali)

Ufficio di riferimento

L'ufficio di competenza è Servizio Progettazione Culturale

Piazzetta Pisacane, 2 - 1° piano

0544.97.92.53

serv-cultura@comunecervia.it

Scopo

Concedere forme di sostegno economico a soggetti operanti nell’ambito della comunità locale per lo svolgimento di attività di interesse generale, in attuazione del principio di sussidiarietà di cui all’art. 118 della Costituzione.

Descrizione

I soggetti interessati ed in possesso dei requisiti richiesti (vedi successiva sezione “Requisiti”) possono presentare domanda di contributo finanziario a sostegno di iniziative che favoriscano, in particolare, lo sviluppo dei seguenti settori:
- attività sportive e ricreative del tempo libero;
- attività educative;
- attività volte alla tutela del patrimonio storico, monumentale e della tradizione locale;
- attività culturali e dello spettacolo;
- sviluppo economico e turismo;
- tutela e valorizzazione ambientale;
- tutela dei diritti dei cittadini;
- promozione delle politiche di welfare;
- interventi umanitari e solidaristici;
- promozione di politiche di genere e pari opportunità.
Le iniziative per le quali viene richiesto il contributo devono:
- avere carattere pubblico;
- rientrare nell’interesse della città;
- avere una ricaduta diretta o indiretta sulla città;
- non avere scopo di lucro.
Esse possono consistere in:
- una singola manifestazione di rilievo per la città;
- un calendario di iniziative per un periodo di tempo determinato, per l’intero anno o per un periodo pluriennale;
- attività di promozione culturale, turistica, sportiva, ambientale e socio – educativa con valenza di aggregazione, di socializzazione e di volontariato.
Il Dirigente di Settore, con l’eventuale ausilio di una commissione interna appositamente costituita, valuta le domande sulla base dei seguenti parametri:
- corrispondenza con le priorità indicate (art. 5.7 del Regolamento), fino a punti 45,
- coinvolgimento del territorio, fino a punti 20,
- progettualità legata a settori o a parti del territorio, comunale meno ricchi di proposte, fino a punti 15,
- originalità e carattere innovativo, anche in riferimento al periodo di svolgimento, fino a punti 10,
- grado di affidabilità, garanzia di continuità del progetto e capacità di autofinanziamento, fino a punti 10.
In esito a tale valutazione vengono predisposte apposite graduatorie e viene definito l’importo dei contributi spettanti ai richiedenti sulla base delle disponibilità di bilancio e con riferimento anche ai seguenti elementi:
- sostegno di altri enti pubblici o privati;
- contributo richiesto rispetto al costo complessivo;
- capacità economico – finanziaria del richiedente.

Attivazione

  • Istanza di parte

Documenti necessari

La domanda di contributo è formulata in carta semplice, su apposito modulo, indirizzata al Sindaco del Comune di Cervia e deve contenere:

  • la denominazione del soggetto proponente ed i suoi dati identificativi, anche fiscali;
  • dichiarazione attestante il possesso dei requisiti;
  • dichiarazione che il progetto ha una ricaduta diretta o indiretta sulla comunità di Cervia;
  • dichiarazione di eventuali contributi richiesti ad altri enti pubblici;
  • dichiarazione di eventuali contributi diretti o indiretti richiesti ad altri Settori dell’Amministrazione Comunale;
  • il progetto dettagliato dell’iniziativa, allegato essenziale, che consenta la valutazione dei parametri di valutazione delle domande (cui all'art. 6 comma 2 del vigente Regolamento) e che indichi, fra l’altro, lo o gli ambiti di intervento, i soggetti cui è rivolta, la durata e gli spazi utilizzati, i mezzi di informazione e di promozione utilizzati, nonché un piano economico – finanziario dell’iniziativa stessa;
  • l’indicazione della tipologia fra le due previste di contributo richiesto e relativa quantificazione;
  • dichiarazione di inesistenza di cause ostative alla concessione di provvidenze;
  • dichiarazione di esenzione o assoggettamento della ritenuta fiscale.

La domanda deve essere obbligatoriamente corredata dai seguenti documenti:

  • copia dello Statuto o atto costitutivo del soggetto richiedente o dichiarazione attestante l’avvenuta presentazione in anni precedenti o all’atto di iscrizione all’Albo delle Libere Forme associative;
  • copia del rendiconto dell’ultimo esercizio approvato o rendiconto dell’attività svolta.

Requisiti

Possono presentare progetti di iniziative per la valutazione di ammissibilità al sostegno comunale:

  • enti, fondazioni, società ed istituti di carattere privato dotati di personalità giuridica;
  • libere forme associative (art. 8, comma 1, del d. lgs. 18.08.2000 n°267);
  • associazioni non riconosciute e comitati (art. 36 e seguenti del codice civile);
  • enti pubblici;
  • persone fisiche.

I soggetti di cui al precedente capoverso debbono avere i seguenti requisiti:

a) possedere atto costitutivo e/o statuto (solo per i soggetti di cui ai punti a, b e d);

b) svolgere attività continuativa da almeno un anno, esclusi i soggetti di cui al punto c);

c) aver inserito nella programmazione della propria attività iniziative con ricadute dirette o indirette a vantaggio della collettività cervese.

Luogo presso il quale consegnare la domanda a mano

  • Protocollo e Archivio
  • Servizio Progettazione Culturale

Modalità alternative per la consegna

  • Posta ordinaria

Fax: 0544/72340

Termine di presentazione della domanda

Le domande devono essere presentate entro il 31 ottobre dell'anno precedente a quello per il quale il contributo è richiesto.

Termine del procedimento o della procedura a rilevanza esterna

60 giorni dall’approvazione, da parte della Giunta Comunale, del Piano Esecutivo di Gestione relativo all’anno di riferimento

Costi a carico dell'utente

Nessun costo a carico dell'utente

Normativa di riferimento

Regolamento per la concessione di forme di sostegno in attuazione del principio di sussidiarietà (approvato con deliberazione C.C. n. 63/2006)

Informazioni utili

Non sono ritenute ammissibili:
- domande eccessivamente generiche non quantificate nell’importo e non coerenti con le finalità enunciate del presente regolamento;
- domande che non indichino con chiarezza gli obbiettivi e i potenziali destinatari;
- domande afferenti a progetti che non presentino coerenza tra obbiettivi e risorse complessivamente previste, anche in riferimento ad altre tipologie di entrate;
- domande relative a mero svolgimento delle attività interne dell’Associazione.
L’erogazione delle provvidenze è disposta come segue:
- fino all’80% ad esecutività della determina dirigenziale di concessione del contributo, valutata la situazione di cassa ed i vincoli imposti dalla normativa finanziaria vigente;
- il saldo su presentazione, entro tre mesi dalla conclusione dell’iniziativa, della relazione consuntiva dell’attività svolta e di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che attesti il raggiungimento delle finalità esplicitate in fase progettuale, le spese sostenute e le entrate conseguite.
In ogni caso il Comune potrà richiedere al soggetto organizzatore copia di documenti giustificativi delle spese.
La liquidazione del saldo potrà essere rideterminata o revocata con recupero delle assegnazioni già corrisposte, nel caso di sostanziali difformità fra il bilancio preventivo presentato ed il consuntivo prodotto nonché ove si riscontrino gravi irregolarità o ritardi pregiudizievoli al buon esito delle attività o delle iniziative finanziate.

Responsabile del procedimento

Il Dirigente di Settore o il Responsabile del Servizio o altro dipendente all'uopo delegato

Modulistica per la richiesta

Ufficio: Servizio Progettazione Culturale
Dirigente: Daniela Poggiali
Settore: Cultura, Servizi e beni comuni
Servizio: Progettazione Culturale ed eventi
Dove rivolgersi: Piazzetta Pisacane, 2 - 1° piano
Tel. 0544.97.92.53
Orari di apertura al pubblico:

dal lunedì al venerdì ore 09:00 – 13:00
il giovedì pomeriggio ore 15:00 - 17:00

Titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia: Dott. Alfonso Pisacane, Segretario generale

Le richieste di intervento sostitutivo dovranno essere inoltrate, mediante istanza scritta, circostanziata, completa delle indicazioni utili ad individuare il procedimento per il quale si chiede l'intervento sostitutivo:

A) da parte dei privati che hanno l’obbligo giuridico di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a: comune.cervia@legalmail.it

B) da parte dei privati che non hanno l’obbligo giuridico di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) tramite:

  • posta ordinaria indirizzata a Comune di Cervia Piazza Garibaldi n. 1 - 48015 Cervia
  • fax 0544/72.340

Aggiornato al 06/11/2018

Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Leggi tutto...