Redazione e approvazione progetto esecutivo

Ufficio di riferimento

L'ufficio di competenza è Protezione Civile

Via C. Galeno n. 1

0544.97.91.85 - 0544.97.91.83

Scopo

 

Il Progetto Esecutivo di un’opera pubblica è la ingegnerizzazione di tutti i lavori e definisce in ogni particolare architettonico, strutturale ed impiantistico l'intervento da realizzare. Restano esclusi solo i piani operativi di cantiere, calcoli e grafici delle opere provvisionali. Il Progetto Esecutivo è redatto nel rispetto del Progetto Definitivo e delle prescrizioni dettate in sede di rilascio dei pareri/autorizzazioni, o di conferenza di servizi o di compatibilità ambientale.

Ai sensi del art. 93, comma 5 del D.Lgs. n. 163/2006 il Progetto Esecutivo “redatto in conformità al progetto definitivo, determina in ogni dettaglio i lavori da realizzare e il relativo costo previsto e deve essere sviluppato ad un livello di definizione tale da consentire che ogni elemento sia identificabile in forma, tipologia, qualità, dimensione e prezzo. In particolare il progetto è costituito dall’insieme delle relazioni, dei calcoli esecutivi delle strutture e degli impianti e degli elaborati grafici nelle scale adeguate, compresi gli eventuali particolari costruttivi, dal capitolato speciale di appalto, prestazionale o descrittivo, dal computo metrico estimativo e dall’elenco prezzi unitari. Esso è redatto sulla base degli studi e delle indagini compiuti nelle fasi precedenti e degli eventuali ulteriori studi e indagini, di dettaglio o di verifica delle ipotesi progettuali, che risultino necessari e sulla base di rilievi planoaltimetrici, di misurazioni e picchettazioni, di rilievi della rete dei servizi del sottosuolo. Il progetto esecutivo deve essere altresì corredato da apposito piano di manutenzione dell’opera e delle sue parti da redigersi nei termini, con le modalità, i contenuti, i tempi e la gradualità stabiliti dal regolamento di cui all’art. 5”.

Descrizione

Il lavoro viene diviso tra i componenti progettisti del gruppo di lavoro con lo scopo di predisporre un documento progettuale nel rispetto del progetto definitivo e delle prescrizioni dettate in sede di conferenza di servizi o di compatibilità ambientale.

Restano esclusi solo i piani operativi di cantiere ed i calcoli e grafici delle opere provvisionali.

I documenti che compongono il progetto esecutivo dell’art. 33 del D.P.R. n. 207 del 05/10/2010 sono:

  • relazione generale;
  • relazioni specialistiche;
  • elaborati grafici comprensivi anche di quelli delle strutture, degli impianti e di ripristino e miglioramento ambientale, particolari costruttivi;
  • calcoli esecutivi delle strutture e degli impianti;
  • piani di manutenzione dell’opera e delle sue parti;
  • piani di sicurezza e di coordinamento;
  • computo metrico estimativo definitivo e quadro economico;
  • cronoprogramma dei lavori;
  • elenco dei prezzi unitari e eventuali analisi;
  • quadro dell’incidenza percentuale della quantità di manodopera per le diverse categorie che compongono l’opera o il lavoro;
  • schema di contratto;
  • capitolato speciale di appalto.

Analizzati tutti gli aspetti che evidenziano le caratteristiche della progettazione esecutiva, con il RUP si definisce un termine entro il quale il gruppo di progettazione porterà a termine la documentazione necessaria, programmando periodicamente incontri per valutare lo stato di avanzamento del progetto e le eventuali difficoltà riscontrate al fine di porre possibili azioni di intervento.

Sviluppato il Progetto esecutivo, il RUP predispone la Determina Dirigenziale a contrattare con la quale si approva il Progetto esecutivo e si da mandato al Servizio Contratti di indire la gara di appalto.

Attivazione

  • D'ufficio

Altri servizi dell'ente coinvolti

  • Viabilità, Progettazione e Manutenzione Infrastrutture
  • Finanziario
  • Segreteria Generale - Protocollo e Archivio

Termine del procedimento o della procedura a rilevanza esterna

Il procedimento si conclude con la determina dirigenziale che approva il progetto esecutivo e dispone le modalità per l'affidamento dei lavori

Costi a carico dell'utente

Nessun costo a carico dell'utente

Normativa di riferimento

D.P.R. 5/10/2010 n. 207 – “Regolamento di esecuzione ed eattuazione del D.Lgs. 12/04/2006 n. 163”.

D.Lgs. 12/04/2006 n. 163 – “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture

Informazioni utili

AOT3-4

Responsabile del procedimento

Il Dirigente di Settore o il Responsabile del Servizio o altro dipendente all'uopo delegato
Ufficio: Protezione Civile
Dirigente: Roberto Buonafede
Settore: Verde, protezione civile
Servizio: Protezione Civile
Dove rivolgersi: Via C. Galeno n. 1
Tel. 0544.97.91.85 - 0544.97.91.83
E-mail
Orari di apertura al pubblico:

il martedì ore 9:00 – 13:00
il giovedì ore 9:00 - 13:00 e 15:00 - 17:00

Titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia: Dott. Alfonso Pisacane, Segretario generale

Le richieste di intervento sostitutivo dovranno essere inoltrate, mediante istanza scritta, circostanziata, completa delle indicazioni utili ad individuare il procedimento per il quale si chiede l'intervento sostitutivo:

A) da parte dei privati che hanno l’obbligo giuridico di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a: comune.cervia@legalmail.it

B) da parte dei privati che non hanno l’obbligo giuridico di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) tramite:

  • posta ordinaria indirizzata a Comune di Cervia Piazza Garibaldi n. 1 - 48015 Cervia
  • fax 0544/72.340

Aggiornato al 24/09/2013

Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Leggi tutto...